CAPANNA MONTE BAR

Una casa per quattro stagioni…

La nuova capanna Monte Bar, di proprietà del CAS sezione Ticino, è stata costruita nel 2016 esattamente 80 anni dopo il primo rifugio. La realizzazione è stata possibile grazie all’importante sostegno garantito da vari enti pubblici e privati. La nuova struttura, a basso impatto ambientale, servita dall’energia elettrica permette la gestione durante tutto l’arco dell’anno e può soddisfare le attuali esigenze dei numerosi frequentatori.

La sua facile accessibilità attraverso una ricca rete di sentieri escursionistici e di Mountain bike, la sua straordinaria posizione panoramica, gli aspetti naturalistici, storici e paesaggistici sorprendenti, rendono la regione privilegiata;  un fiore all’occhiello, un’attrazione nazionale. In caso di neve, il rifugio è raggiungibile con gli sci o le ciaspole; molto suggestive sono le gite nelle notti di luna piena, così come gli incredibili tramonti infuocati.

La capanna dispone di 42 posti letto, di un refettorio per 60 persone e di un’ampia terrazza panoramica.

La cucina stagionale ed i piatti preparati con passione da Alessandro e Jvan vogliono valorizzare i prodotti del territorio locale e cantonale.

Una saletta Workshop attrezzata è a disposizione per riunioni o seminari, mentre all’entrata si trova il necessario per la piccola manutenzione di bikes e E-bikes.

Le caratteristiche del rifugio, la brevità degli accessi così come i molteplici e facili itinerari naturalistici, fanno della zona una meta ideale per famiglie e scuole, ma anche per trascorrere una notte in rifugio dopo una piacevole cena conviviale.

La capanna è raggiungibile a partire da molteplici punti e sempre da fermate dei mezzi di trasporto pubblico, che vi suggeriamo di utilizzare, per percorrere itinerari sempre diversi e ridurre i disagi alla viabilità.

Nonostante la concezione moderna e la vicinanza alla città, la struttura mantiene il carattere della capanna alpina con le tipiche regole da rispettare, per una piacevole convivenza. La possibilità di pernottare in piccoli dormitori, i servizi con acqua calda al piano e altre piccole comodità non devono far dimenticare all’ospite che la struttura sorge isolata a 1600 m di quota in un contesto alpino che va apprezzato e rispettato.